DNS

NethServer può essere configurato come server DNS (Domain Name System) della rete. Un server DNS si occupa della risoluzione dei nomi di dominio (es. www.esempio.com) nei loro corrispettivi indirizzi numerici (es. 10.11.12.13) e viceversa.

Il server DNS esegue le richieste di risoluzione nomi per conto dei client locali, ed è accessibile solo dalla LAN (rete green) e dalla rete ospiti (blue).

Quando si effettua una risoluzione nomi, il server potrà:

  • ricercare il nome all’interno degli host configurati localmente
  • effettuare una query sui dns esterni: le richieste vengono salvate in cache per velocizzare le successive query

Nota

E’ obbligatorio specificare almeno un DNS esterno all’interno della scheda Network > Server DNS nel vecchio Server Manager. Altrimenti fare click sull’indirizzo DNS nella guilabel:Dashboard del nuovo Server Manager.

Se NethServer è anche il server DHCP della rete, tutte le macchine saranno configurare per utilizzare il server stesso anche per la risoluzione nomi.

Hosts

La pagina Hosts consente di associare i nomi host ad indirizzi IP, siano essi locali o remoti.

Ad esempio, se si possiede un server web interno, è possibile associare il nome host www.miosito.com con l’IP del server web stesso. Tutti i client potranno quindi raggiungere il sito web digitando il nome scelto.

I nomi configurati localmente hanno sempre la precedenza sui record DNS dei server esterni. Infatti se il provider inserisce www.dominio.it con IP corrispondente al server web ufficiale, ma in NethServer www.dominio.it è configurato un ip diverso, i pc della LAN non saranno in grado di vedere il sito in questione.

Alias

Un alias è un nome alternativo usato per raggiungere il server stesso. Ad esempio, se il server si chiama mail.example.com, è possibile creare un alias DNS myname.example.com. Il server sarà quindi raggiungibile dai client della LAN anche usando il nome appena definito.

Gli alias valgono solo per la LAN interna. Se si desidera che il server sia raggiungibile con lo stesso nome anche dall’esterno è necessario chiedere al provider di associare l’indirizzo pubblico del nostro server al nome desiderato.

Reindirizzamento domini

L’amministratore può configurare un override del DNS upstream per domini specifici. Uno scenario di utilizzo tipico è l’impostazione del server Active Directory come resolver per le query sul dominio interno.

Tali modifiche possono essere apportate utilizzando la proprietà DomainRedirection d riga di comando. La proprietà accetta un elenco di coppie separato da virgole nel formato <domain>:<ip_address>.

Esempio:

config setprop dnsmasq DomainRedirection my.local.domain.org:192.168.1.1,my.domain.com:192.168.1.2
signal-event nethserver-dnsmasq-save

La configurazione my.domain.org:192.168.1.1 invierà tutte le query per my.local.domain.org al server 192.168.1.1.

Il carattere speciale # può essere utilizzato per inviare le query al server DNS predefinito. Esempio:

config setprop dnsmasq DomainRedirection domain.org:1.1.1.1,sub.domain.org:#
signal-event nethserver-dnsmasq-save

In questo esempio tutte le query per domain.org andranno inviate a 1.1.1.1 mentre le query per sub.domain.org` andranno inviate al DNS upstream predefinito.