Installazione

Requisiti minimi

I requisiti minimi sono:

  • CPU a 64 bit (x86_64)
  • 1 GB di RAM
  • 10 GB di spazio disco

Suggerimento

Si consiglia l’uso di almeno 2 hard disk in modo che venga garantita l’integrità dei dati attraverso il supporto automatico RAID 1.

Compatibilità hardware

NethServer è compatibile con tutto l’hardware certificato per Red Hat® Enterprise Linux® (RHEL ®). Vedi: hardware.redhat.com

Tipi di installazione

Sono supportati due modi per installare NethServer. In breve:

Installazione da ISO

  • Scaricare l’immagine ISO
  • Preparare un DVD o una chiavetta USB
  • Seguire la procedura guidata

Installazione da YUM

  • Installare CentOS Minimal
  • Configurare la rete
  • Eseguire l’installazione da rete

Installazione da ISO

Avvertimento

L’installazione eliminerà tutti i dati esistenti sui dischi rigidi!

Creazione sorgente d’installazione

Il file ISO si scarica dal sito ufficiale www.nethserver.org. Una volta scaricato, il file ISO può essere utilizzato per creare un supporto avviabile, come un DVD o una chiavetta USB.

Chiavetta USB

Su una macchina Linux, aprire il terminale ed eseguire:

dd if=NethServer.iso of=/dev/sdc

Dove NethServer.iso è il nome del file della ISO scaricata, e /dev/sdc è la destinazione che corrisponde all’intera chiavetta USB, non una partizione (come /dev/sdc1).

Su una macchina Windows, formattare la chiavetta USB e smontarla. Quindi usare uno dei seguenti tool per scrivere i dati:

DVD

La creazione di un disco avviabile è diversa dalla semplice scrittura di un file su DVD e richiede l’uso di una funzione dedicata, di solito presente nei programmi per la creazione di DVD (es. scrivi immagine oppure masterizza ISO). Le istruzioni su come creare un DVD avviabile a partire dall’immagine ISO sono facilmente reperibili su Internet o nella documentazione del proprio sistema operativo.

Modalità di installazione

Avviare la macchina utilizzando il supporto appena creato. Se non viene riconosciuto, fare riferimento alla documentazione del BIOS della scheda madre. Una problematica tipica è impostare la priorità dei dispositivi all’avvio. Il primo dispositivo di avvio dovrebbe essere il lettore DVD o la chiavetta USB.

All’avvio verrà mostrato un menù con i diversi tipi di installazione:

NethServer interactive installation

Verrà richiesto di selezionare soltanto il layout della tastiera e la time zone. Le schede di rete verranno automaticamente configurate in DHCP e i primi due hard disk saranno utilizzati in RAID-1.

Altre modalità di installazione di NethServer

  • Unattended installation – Verranno automaticamente selezionati tutti i parametri di configurazione senza intervento dell’utente.
  • Manual installation – L’opposto di unattended: non verranno utilizzati default, è necessario selezionare tutte le opzioni di configurazione (rete, dischi, time zone, tastiera, etc).

Installazione standard di CentOS

Utilizza la procedura d’installazione standard di CentOS. Si configurerà NethServer in seguito seguendo le istruzioni nella sezione Installazione su CentOS

Tools

Avvia in modalità rescue (recupero), esecuzione del memory test e strumenti di rilevazione dell’hardware.

Avvio da disco locale

Tenta l’avvio di un sistema già installato sul disco rigido.

Alla fine della procedura di installazione verrà chiesto di effettuare il riavvio della macchina. Rimuovere il media di installazione, prima di riavviare.

Parametri di avvio opzionali

E” possibile aggiungere parametri all’installazione automatica, premendo TAB e modificando la linea di comando. Utile per la modalità unattended.

Per disabilitare la creazione di un set RAID, aggiungere questa opzione:

raid=none

Se si desidera selezionare i dischi su cui installare, usare:

disks=sdx,sdy

Per abilitare la cifratura del filesystem, usare:

fspassword=s3cr3t

Abilitando il file system cifrato, tutti i dati scritti sul disco verranno cifrati usando la crittografia simmetrica. In caso di furto, un malintenzionato non sarà in grado di leggere i dati a meno di non possedere la chiave crittografica.

Nota

Sarà necessario inserire la password scelta ad ogni avvio del sistema.

Altre opzioni disponibili (solo modalità unattended):

  • Tastiera, layout della tastiera, di default è keyboard=us
  • Fuso orario, di default è timezone=UTC

Indirizzo IP di default

Nel caso in cui non sia possibile ottenere un indirizzo IP via DHCP, al primo avvio la prima interfaccia di rete verrà configurata come segue:

  • IP 192.168.1.1
  • netmask 255.255.255.0

Password amministratore di sistema

È altamente consigliato scegliere una password sicura per l’utente root durante la prima configurazione. Una buona password deve:

  • essere lunga almeno 8 caratteri
  • contenere lettere maiuscole e minuscole
  • contenere simboli e numeri

La password di default nella modalità unattended è Nethesis,1234.

Lingua

La lingua di installazione di NethServer è Inglese (Stati Uniti). Ulteriori lingue possono essere installate in seguito. Vedi Prossimi passi.

Modalità interattiva e Manuale

La modalità interattiva consente di effettuare poche e semplici scelte sulla configurazione del sistema.

Le scelte richieste sono:

  • Lingua
  • Layout della tastiera
  • Password dell’utente root

Tutte le altre opzioni vengono configurate in base all’hardware utilizzato (vedi la sezione Modalità unattended per i dettagli), ma rimane comunque possibile modificare manualmente ogni configurazione disponibile.

Al contrario, la modalità manuale avvia l’installazione senza alcun default. Dovranno essere configurati anche la rete e i dischi.

Avvertimento

Nella sezione Network > General, soltanto le interfacce marcate come Automatically connect to this network when it is available saranno abilitate all’avvio del sistema appena installato. Per maggiori informazioni, fare riferimento alla Guida di installazione di RHEL 7.

Problemi noti

  • Quando si installa su macchine con firmware UEFI, Anaconda potrebbe fallire nel partizionamento automatico. Per aggirare il problema, passare a Manual installation, o Standard CentOS installation quindi seguire Installazione su CentOS. In caso di installazione con software RAID, assicurarsi di creare manualmente partizioni UEFI su tutti i dischi di avvio.

Modalità unattended

La modalità unattended non richiede nulla durante l’installazione. Il sistema verrà installato automaticamente e riavviato con la seguente configurazione:

  • Layout tastiera: us
  • Time zone: UTC
  • Password di root: Nethesis,1234
  • DHCP abilitato su tutte le interfacce; se non vengono ricevuti indirizzi IP verrà applicata la configurazione di default
  • Se sono presenti due o più dischi, verrà creato un set RAID 1 sui primi due dischi e dei volumi LVM sul set RAID 1
  • Le partizioni swap e root sono allocate automaticamente; la dimensione di boot è di 1GB

Installazione su CentOS

È possibile installare NethServer su una nuova installazione di CentOS usando il comando yum per scaricare via rete i pacchetti software. Questo è il metodo di installazione racommandato se si ha un server virtuale privato (VPS) CentOS già pre-installato.

Abilitare i repository NethServer specifici con il comando:

yum install -y http://mirror.nethserver.org/nethserver/nethserver-release-7.rpm

Per installare il sistema di base eseguire:

nethserver-install

Oppure, per installare contestualmente del software addizionale, passare il nome dei moduli desiderati come parametro allo script di installazione. Esempio:

nethserver-install nethserver-mail nethserver-nextcloud

Passi successivi

Al termine dell’installazione, accedere al Server Manager per installare il software addizionale.